Ladispoli-Monti Cimini: le interviste post partita

Ladispoli-Monti Cimini: le interviste post partita

Vittoria schiacciante per il Ladispoli che passeggia sulla Polisportiva Monti Cimini, sconfitta per 3-1.

Un tanto atteso ritorno alla vittoria per i rossoblu che porta la firma di Andrea Sganga e di Cardella, autore oggi di una doppietta. “Per un attaccante il gol è tutto e quando non arriva, sono sincero, non si passano bei momenti – afferma l’attaccante tirrenico -. Sono state giornate complicate soprattutto per me che non sono riuscito a trovare il gol. L’importante oggi era fare il risultato, era vincere e ci siamo riusciti contro una squadra autrice di un mercato estivo importante. Oggi si è vista la differenza tra noi e loro e siamo contenti di questo risultato. È stata una settimana complicata perché venivamo da tre risultati non bellissimi, abbiamo perso contro il Crecas e contro il Tor Sapienza, in mezzo il pareggio con il Civitavecchia, sappiamo di avere tutti i mezzi per far bene e per rimanere lì su fino alla fine, dire la nostra. Ripeto non è stata una settimana facilissima, ma oggi la differenza l’ha fatta un gruppo unito. Il Ladispoli riparte da qua, abbiamo dato un segnale importante”. “E’ stata una settimana di recriminazioni per come abbiamo perso a Tor Sapienza – dichiara il DS Paolo Nista – ogni domenica è una battaglia. Adesso dobbiamo concentrarci, mercoledì abbiamo la Coppa a cui teniamo molto, poi dopo una difficile trasferta a Pomezia e speriamo che davvero questa vittoria sia un punto di partenza. Oggi hanno giocato tutti molto bene, Federico Cardella si è fatto trovare pronto così come il resto della squadra. Ora dobbiamo solo lavorare per raggiungere gli ambiti risultati”. Soddisfatto anche il mister in seconda Claudio Zannini: “Partiamo da fatto di doverci abituare a questo campionato molto livellato. Sicuramente oggi abbiamo fatto qualcosa in più, ma non vedo cosa avevamo fatti di meno nelle altre gare dove la squadra aveva comunque fatto un discreto gioco. Veniamo da una settimana tesa però abbiamo lavorato con la stessa calma, sia io che mister Bosco ci sentiamo tranquilli e cerchiamo di trasmettere ai ragazzi la stessa tranquillità. Mercoledì abbiamo la Coppa Italia, anche lì vogliamo essere protagonisti perché abbiamo una rosa numerosa e valida. Per questo non dobbiamo scendere di concentrazione, subito dopo poi avremo l’Unipomezia”.