Cardella show, tre gol e Lepanto al tappeto: è primo posto solitario

Cardella show, tre gol e Lepanto al tappeto: è primo posto solitario

Spettacolo Ladispoli: batte la Lepanto Marino e vola in testa alla classifica lasciando indietro il CreCas, oggi fermato sul pareggio dal Real Monterotondo Scalo. Protagonista di giornata Federico Cardella, che ha tirato tre volte nello specchio segnando una tripletta, la prima in maglia rossoblu.

Inutile la rete dei biancoazzurri firmata da Mucilli al rientro dagli spogliatoi. Anche oggi mister Bosco manda in campo i suoi schierati nel 4-2-3-1: Agostini in porta, difesa a quattro con Leone e Gallitano centrali, con Mastrodonato a sinistra e Salvato a destra. Davanti alla linea difensiva la coppia composta da Andrea Sganga e De Fato con Bertino e Pagliuca che vanno a posizionarsi sulle fasce e La Rosa dietro all’unica punta Cardella. Partita equilibrata nelle fasi iniziali, con poco spettacolo in campo. Entrambe le squadre tentano di avanzare, senza però farsi male con i due estremi difensori quasi mai impegnati veramente. Intorno alla mezz’ora la partita inizia ad accendersi: tenta il Ladispoli prima con Bertino che manda il pallone all’esterno della rete, poi con Andrea Sganga dal limite dell’area, con il pallone che termina di poco alla sinistra del portiere. Ma anche la Lepanto Marino si fa avanti con Di Ludovico che a tu per tu con Agostini si lascia ipnotizzare, bravo nell’occasione in portiere rossoblu a trarre in inganno l’avversario e a deviare in corner. Un ‘‘poco e niente’’ che manda le squadre negli spogliatoi sullo 0-0. Al rientro, il Ladispoli cerca subito di schiacciare gli avversari, ma a sbloccare il risultato è invece la Lepanto: sugli sviluppi di un calcio d’angolo cross a mezz’aria di Verdini che trova Mucilli sulla sinistra, tiro al volo col destro dell’otto biancoazzurro che sorprende Agostini sul primo palo. Scossi dal gol subìto i rossoblu provano subito a reagire, sfiorando la rete prima con Bertino, con l’esterno alto che da due passi prova a scavalcare Aniello, bravissimo nell’occasione il portiere ospite a togliere con il guanto il pallone dai piedi del rossoblu. Poi con Cardella che tenta di sorprendere Aniello sul suo palo, anche stavolta il portiere ci mette del suo e col piede devia in calcio d’angolo. Ma il pareggio è nell’aria ed infatti arriva pochi minuti dopo: stavolta Cardella non si lascia anticipare, anzi supera tutti e col petto va ad infilare sul primo palo. Un Federico Cardella scatenato quest’oggi che sei minuti dopo sfiora terzo gol dopo una volata in contropiede, rossoblu fermato in extremis da Aniello con la mano. Anche Fato fa sussultare i tifosi in tribuna quando di testa manda di pochissimo alto sopra la traversa una punizione di Bertino. La squadra di Bosco spinge e alla fine raddoppia al 35’ ancora con Cardella, bravo a saltare Aniello in uscita bassa e a spingere col destro un tiro di La Rosa. Ma al Ladispoli il 2-1 non basta, così come al suo numero nove: è ancora Cardella infatti a firmare il tris, al 41’ lo fa con una gran botta dalla distanza che di fatto chiude i giochi. Finisce così, con il Ladispoli che si gode una vittoria sofferta, ma meritata e la Lepanto che continua a ristagnare nei bassifondi della classifica.v

18^ giornata campionato Eccellenza – girone A

US Ladispoli: Agostini, Salvato, Mastrodonato (43’st Barone), De Fato (38’st Lupo), Gallitano, Leone, Pagliuca (27’st M. Sganga), Bertino, Cardella, La Rosa (46’st Manzari), A. Sganga (18’st Rocchi) A disp: Travaglini, Zucchi All: Bosco

Lepanto Marino: Aniello, Verdini, Dei Giudici (40’st Santini), Amico, Blasi (37’st Ruggeri), Shehu, Davato (37’st Capolei), De Gennaro (26’st Lunghi), Spaziani, Mucili, Di Ludovico All: Mazza

Arbitro: Forconi (Rm2) assistenti: De Salazar (Rm1) – Serra (Tivoli)

Marcatori: 3’st Mucili (Lep) – 19’st, 35’st e 41’st Cardella (L)

Ammoniti: 14’pt De Gennaro (Lep) – 11’ A. Sganga (L) – 26’st De Fato (L) e Shehu (Lep)

Espulsi: -

Min. recupero: 1-4